Istituto di formazione politica "Pedro Arrupe"
centro studi sociali
facebookTwitterGoogle+

Programma di ricerca “Idea – Azione”: 5 incontri x 5 ricerche. Primo seminario sul Cara di Mineo

06 Giu 2017

Provare a far dialogare la ricerca scientifica con l’azione sociale in un’ottica di trasformazione della realtà: è questo, in estrema sintesi, l’obiettivo del Programma di ricerca “Idea – Azione” promosso dall’Istituto Arrupe e finanziato dalla Tokyo Foundation attraverso il Programma Sylff. E proprio per creare le condizioni affinché le ricerche possano avere un impatto sul territorio non si può prescindere da un momento di comunicazione all’esterno dei risultati e da una condivisione con il territorio oggetto della ricerca, con gli stakeholder e con coloro i quali sono interessati ad approfondire le tematiche affrontate. Nasce così l’idea di organizzare, tra giugno e settembre 2017, il ciclo “5 incontri x 5 ricerche” che prendono spunto proprio dagli studi finanziati dalla terza edizione di “Idea – Azione” per provare a condividere meccanismi e strumenti operativi per promuovere la loro attuazione pratica. Diversi gli ambiti tematici affrontati dalle ricerche: aree urbane marginali e la cura delle loro diverse vulnerabilità, migrazione, i giovani che non lavorano e non studiano e la questione abitativa.

Gli incontri avranno forme e modalità differenti: visite guidate, incontri con gli addetti ai lavori, confronti con la cittadinanza ma anche feste di quartiere, gruppi di lavoro ristretti. Si inizia il 17 giugno 2017  alle ore 18.00 con il seminario dal titolo “Il Cara di Mineo: quale impatto sul territorio? Una riflessione a partire dai risultati della ricerca” in programma presso il Centro Culturale “Paulu Maura” di Mineo. L’incontro nasce dalla ricerca condotta da Antonella Elisa Castronovo che ha studiato le modalità attraverso le quali la presenza della struttura di accoglienza abbia inciso sugli assetti societari dei comuni del comprensorio calatino, producendo importanti trasformazioni sulle relazioni interpersonali e sulle forme di convivenza tra autoctoni e immigrati. Inoltre, lo studio ha esplorato le ragioni che presiedono al reclutamento lavorativo dei richiedenti asilo inseriti nel circuito dell’accoglienza, le modalità con le quali esso avviene e le implicazioni che esso sta generando sull’equilibrio tra la domanda e l’offerta di lavoro nell’ambito del comparto agricolo locale. Nel corso dell’incontro, dopo la presentazione della ricerca, uno spazio sarà dedicato a un ascolto delle istanze cittadine e, per finire, un momento sarà riservato alla riflessione sulle prospettive e i possibili ambiti di intervento concreto della ricerca. Per la realizzazione dell’incontro si ringrazia, per la collaborazione e l’ospitalità, il Centro Culturale Permanente “Paulu Maura” Mineo.

brochure

locandina

rassegna stampa

Al via la settima edizione del Programma di ricerca “Idea – Azione”

19 Giu 2020

 

Con il tradizionale incontro di orientamento al modello educativo dell’Istituto Arrupe, ispirato alla tradizione pedagogica dei gesuiti, svoltosi ieri, ha preso ufficialmente avvio la settima edizione del Programma di ricerca “Idea – Azione” finanziato dalla Sylff Association di Tokyo per l’anno accademico 2019 – 2020. Anche quest’anno cinque le borse di studio assegnate, pari a 10.000 dollari ciascuna, ad altrettanti giovani ricercatori selezionati attraverso un bando che premia la qualità del progetto di ricerca e il profilo personale dei candidati. E in considerazione della particolare situazione legata all’emergenza covid, la fondazione giapponese ha deciso di incrementare le borse di studio con un ulteriore finanziamento di 4.500 dollari ciascuna: un segnale di attenzione nei confronti del nostro Istituto e della nostra regione che ci sprona a fare ancora di più e meglio.

I borsisti (Claudia Maria Alaimo, Vincenzo D’Amico, Andrea D’Amore, Francesca Gattello, Eugenio Giorgianni) accompagnati da tutor scientifici (Carlo Cellamare, Ferdinando Fava, Giancarlo Leone, Antonio La Spina, Eugenia Montagnini), e pedagogici (Massimo Massaro, Anna Staropoli) affronteranno, lungo un percorso di un anno, le questioni oggetto delle ricerche da un punto di vista strettamente teorico-scientifico con una particolare attenzione ai meccanismi e agli strumenti operativi in grado di promuovere la loro attuazione pratica. L’augurio per i borsisti è che questo anno possa rappresentare una tappa significativa del proprio cammino formativo e professionale; l’augurio per tutti noi è che queste ricerche possano essere davvero utili per i nostri territori.

Per il profilo dei borsisti e dei tutor qui

Chiudi notifica

Gesuitinetwork - Normativa Cookies

I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del nostro sito. Qui trovi maggiori informazioni