Istituto di formazione politica "Pedro Arrupe"
centro studi sociali
facebookTwitterGoogle+

Protection at External Borders (PEB) – Protezione alle frontiere esterne

2016 - in corso

In collaborazione con il Jesuit Refugee Service Europe, il progetto si pone l’obiettivo di migliorare la protezione dei migranti alle frontiere esterne dell’Ue attraverso servizi di accompagnamento, nonché di svolgere attività di advocacy sia a livello nazionale e comunitario.

Più in particolare, il progetto si propone di:

–  accompagnare i migranti forzati alle frontiere dell’Ue: si intende stabilire una presenza permanente in Grecia (Atene/Lesbo – uno dei in Europa i principali punti di arrivo), così come a Nador (nord del Marocco vicino al confine con la Spagna) dove molti africani subsahariani cercano di entrare nella enclave spagnola di Melilla, e rafforzare la propria presenza nel Sud Italia (secondo punto di ingresso principale in Europa)

– documentare in modo sistematico e fornire informazioni sulle violazioni dei diritti umani

– migliorare l’azione di advocacy sia a livello nazionale e comunitario e chiedere nuove politiche che consentano l’accesso alla protezione alle frontiere esterne dell’Ue.

Chiudi notifica

Gesuitinetwork - Normativa Cookies

I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del nostro sito. Qui trovi maggiori informazioni