Istituto di formazione politica "Pedro Arrupe"
centro studi sociali
facebookTwitterGoogle+

Al via il Programma di ricerca “Idea – Azione” 2015 – 2016

04 Mag 2015

Con la consegna, avvenuta lunedì 27 aprile 2015, della prima rata delle quattro borse di studio erogate dalla Tokyo Foundation per l’anno accademico 2015 – 2016, prendono ufficialmente avvio presso l’Istituto Arrupe i progetti di ricerca selezionati all’interno del Programma di ricerca “Idea – Azione”.

Le proposte, scelte dalla Commissione selezionatrice per l’originalità e la sostenibilità dei progetti ma anche per la ricchezza dei curricula dei candidati, affronteranno, lungo un percorso di 10 mesi, le tematiche oggetto delle ricerche da un punto di vista strettamente teorico-scientifico con una particolare attenzione ai meccanismi e agli strumenti operativi in grado di promuovere la loro attuazione pratica.

Profilo dei vincitori

Walter Nania

Antropologo culturale, dopo la laurea  in Lettere e Filosofia, ha maturato una serie di esperienze professionali a Bologna, Lugano, Mazara del Vallo. Fondatore dell’Associazione “Logiche meticce” che si occupa di ricerca a carattere prevalentemente antropologico e volta all’azione sociale, ha avuto diverse esperienze professionali come giornalista freelance e realizzatore di documentazione visiva. La borsa di studio vinta all’Istituto Arrupe gli consentirà di approfondire il fenomeno della dispersione scolastica tra i giovani immigrati a Palermo.

Vincenzo Todaro

Architetto e dottore in Pianificazione urbana e territoriale, svolge un’intensa attività scientifica ed accademica. Correlatore di numerose tesi di laurea e coordinatore di diversi gruppi di ricerca nazionali ed internazionali,  dal 2008 è segretario regionale dell’Istituto Nazionale di Urbanistica, Sezione Sicilia. Nell’ambito del Programma ricerca “Idea – Azione”, svilupperà un progetto di ricerca – azione sui fenomeni di concentrazione/dispersione degli immigrati in Sicilia.

Elio Tozzi

Laureato in Relazioni e politiche internazionali presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”,  ha svolto attività di volontariato nell’ambito dell’accoglienza, della detenzione e dell’accesso ai servizi territoriali degli immigrati. In seguito ha maturato un’esperienza di tirocinio presso Platform for International Cooperation on Undocumented Migrants di Bruxelles dove si è occupato, tra l’altro, di advocacy e di supporto alla stesura di documenti e policy paper. L’Istituto Arrupe ha selezionato il suo progetto mirante a studiare il sistema di accoglienza in uso presso i centri SPRAR della Sicilia orientale.

Francesco Vigneri

Dopo la laurea specialistica in “Lingue per la comunicazione internazionale”, sta per conseguire il dottorato di ricerca internazionale sulla comunicazione interculturale, politiche migratorie nazionali ed europee presso la Lumsa di Roma e l’École doctorale Sciences humaines et sociales – perspectives européenne dell’Università di Strasburgo. Ha anche maturato diverse esperienze professionali nel campo della mediazione culturale spesso nell’ambito dell’emergenza sbarchi nel Mediterraneo. Il suo progetto di ricerca ha come oggetto lo studio delle cooperative miste (italiani/stranieri) in Sicilia.

Si chiude la quinta edizione del Programma di ricerca “Idea – Azione”

02 Lug 2019

Con l’ultimo dei “5 incontri x 5 ricerche” svoltosi ieri, si chiude la quinta edizione del Programma di ricerca “Idea –Azione” promosso dall’Istituto Arrupe e finanziato dalla Sylff Association di Tokyo.

Un anno intenso, autentico, emozionante che abbiamo condiviso con i tutor scientifici delle ricerche (Maurizio Bergamaschi, Carlo Cellamare, Maurizio Sorcioni) con i tutor pedagogici (Massimo Massaro e Anna Staropoli), con il direttore dell’Istituto, Nicoletta Purpura, con gli Enti e Associazioni che hanno collaborato alla realizzazione degli incontri di condivisione dei risultati finali l’attività di ricerca (Casa Officina, Dipartimento di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali dell’Università di Palermo, Museo archeologico regionale A. Salinas, Nido “Maria Pia di Savoia”) ma soprattutto con loro, i nostri borsisti: Michele Anzalone, Martina Lo Cascio, Salvatore Palumbo, Guido Savasta, Maura Tripi che, con la loro determinazione, anche nei momenti difficili, hanno continuato a fidarsi di noi e degli obiettivi del Programma.

A loro auguriamo che possano proseguire nel percorso di ascolto del proprio desiderio professionale; a noi auguriamo di continuare questo lavoro, piccolo e silenzioso, a sostegno della ricerca, come ha scritto un nostro borsista, “quella vera, totalizzante e spassionata”.

 

Chiudi notifica

Gesuitinetwork - Normativa Cookies

I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del nostro sito. Qui trovi maggiori informazioni