Istituto di formazione politica "Pedro Arrupe"
centro studi sociali
facebookTwitterGoogle+

Al via il Programma di ricerca “Idea – Azione” 2015 – 2016

04 Mag 2015

Con la consegna, avvenuta lunedì 27 aprile 2015, della prima rata delle quattro borse di studio erogate dalla Tokyo Foundation per l’anno accademico 2015 – 2016, prendono ufficialmente avvio presso l’Istituto Arrupe i progetti di ricerca selezionati all’interno del Programma di ricerca “Idea – Azione”.

Le proposte, scelte dalla Commissione selezionatrice per l’originalità e la sostenibilità dei progetti ma anche per la ricchezza dei curricula dei candidati, affronteranno, lungo un percorso di 10 mesi, le tematiche oggetto delle ricerche da un punto di vista strettamente teorico-scientifico con una particolare attenzione ai meccanismi e agli strumenti operativi in grado di promuovere la loro attuazione pratica.

Profilo dei vincitori

Walter Nania

Antropologo culturale, dopo la laurea  in Lettere e Filosofia, ha maturato una serie di esperienze professionali a Bologna, Lugano, Mazara del Vallo. Fondatore dell’Associazione “Logiche meticce” che si occupa di ricerca a carattere prevalentemente antropologico e volta all’azione sociale, ha avuto diverse esperienze professionali come giornalista freelance e realizzatore di documentazione visiva. La borsa di studio vinta all’Istituto Arrupe gli consentirà di approfondire il fenomeno della dispersione scolastica tra i giovani immigrati a Palermo.

Vincenzo Todaro

Architetto e dottore in Pianificazione urbana e territoriale, svolge un’intensa attività scientifica ed accademica. Correlatore di numerose tesi di laurea e coordinatore di diversi gruppi di ricerca nazionali ed internazionali,  dal 2008 è segretario regionale dell’Istituto Nazionale di Urbanistica, Sezione Sicilia. Nell’ambito del Programma ricerca “Idea – Azione”, svilupperà un progetto di ricerca – azione sui fenomeni di concentrazione/dispersione degli immigrati in Sicilia.

Elio Tozzi

Laureato in Relazioni e politiche internazionali presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”,  ha svolto attività di volontariato nell’ambito dell’accoglienza, della detenzione e dell’accesso ai servizi territoriali degli immigrati. In seguito ha maturato un’esperienza di tirocinio presso Platform for International Cooperation on Undocumented Migrants di Bruxelles dove si è occupato, tra l’altro, di advocacy e di supporto alla stesura di documenti e policy paper. L’Istituto Arrupe ha selezionato il suo progetto mirante a studiare il sistema di accoglienza in uso presso i centri SPRAR della Sicilia orientale.

Francesco Vigneri

Dopo la laurea specialistica in “Lingue per la comunicazione internazionale”, sta per conseguire il dottorato di ricerca internazionale sulla comunicazione interculturale, politiche migratorie nazionali ed europee presso la Lumsa di Roma e l’École doctorale Sciences humaines et sociales – perspectives européenne dell’Università di Strasburgo. Ha anche maturato diverse esperienze professionali nel campo della mediazione culturale spesso nell’ambito dell’emergenza sbarchi nel Mediterraneo. Il suo progetto di ricerca ha come oggetto lo studio delle cooperative miste (italiani/stranieri) in Sicilia.

Programma di ricerca “Idea – Azione”: 5 incontri x 5 ricerche 2019. Quarto incontro sul ghetto di Campobello di Mazara

18 Giu 2019

La quarta tappa del ciclo “5 incontri x 5 ricerche” fa tappa idealmente a Campobello di Mazara. E l’occasione viene data, ancora una volta, da una delle ricerche finanziate dal Programma “Idea – Azione”. In particolare si tratta, questa volta, della ricerca qualitativa sul campo condotta da Martina Lo Cascio e supervisionata scientificamente da Carlo Cellamare, associato presso l’Università “La Sapienza” di Roma, tra il ghetto e gli uliveti del trapanese, frutto di riflessioni e azioni collettive sviluppate in cinque anni e che ha trovato proprio nel Programma di ricerca “Idea – Azione” il contesto metodologico ideale per riflettere sul posizionamento del ricercatore, della ricerca e le ricadute sulle reali possibilità di cambiamento.

L’incontro, proponendosi di riflettere sulla possibile riconfigurazione del sistema di produzione del cibo, attraverso la valorizzazione della vita, della solidarietà, dell’organizzazione e dell’interdipendenza tra queste e gli interventi istituzionali degli e negli insediamenti informali dei lavoratori migranti, intende interrogarsi sul ruolo e metodo della ricerca e sulle concrete possibilità dell’azione.

Appuntamento il 26 giugno 2019, a partire dalle ore 15.00 presso l’aula Dems del Dipartimento di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali dell’Università di Palermo.

Brochure

Locandina

Abstract

Programma di ricerca “Idea – Azione”

Chiudi notifica

Gesuitinetwork - Normativa Cookies

I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del nostro sito. Qui trovi maggiori informazioni